Giove spodesta il padre

Rhea, maesta et orbata filiis, tamen pervalidum filium Iovem, rursus Saturno gignebat et Cretam in insulam ... dominus universi a cunctis dis magna cum laetitia adclamabatur.

TESTO LATINO COMPLETO

Rea, mesta e privata dei figli, tuttavia aveva generato di nuovo da Saturno Giove un figlio fortissimo ed aveva inviato il piccolo con l'ancella nella lontana isola di Creta: frattanto il feroce Saturno chiamava con grande insolenza anche il nuovo figlio, Rea offrì al marito al posto del figlio un sasso avvolto in stoffe di lino.

Il dio inconsapevole divorò il sasso, ma nel frattempo Giove veniva nutrito e cresciuto a Creta.

Alla fine, ormai barbuto, lacerò il ventre pieno di Saturno, liberò i fratelli e fu acclamato con grande letizia da tutte le divinità come nuovo signore dell'universo.(by Maria D.9

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-11-12 14:20:26