Non è concesso dedicare un solo tempio a due divinità distinte - Valerio Massimo versione latino

Non è concesso dedicare un solo tempio
a due divinità distinte
versione latino Valerio Massimo
traduzione libro legere et intellegere

Cum M. Marcellus, quintum consulatum gerens, templum Honori et Virtuti, Clastidio prius, deinde Syracusis potitus, nuncupatis debitum votis, consecrare vellet, a collegio pontificum inpeditus est, quominus unam cellam duobus diis dicaret: futurum enim, si quid prodigii in ea accidisset, ne dinosceretur utri rem divinam fieri oporteret, nec duobus nisi certis diis una sacrificari solere.

Ea pontificum admonitione effectum est ut Marcellus separatis aedibus Honoris ac Virtutis simulacra statueret, neque aut collegio pontificum auctoritas amplissimi viri aut Marcello adiectio inpensae inpedimento fuit quo minus religionibus suus tenor suaque observatio redderetur.

Poiché M. Marcello, mentre esercitava il quinto consolato, voleva dedicare un tempio al dio Onore e alla dea Virtù, essendosi prima impadronito di Casteggio, in seguito di Siracusa, era dovuto avendo fatto voti solenni, fu impedito dal collegio dei pontefici che dedicasse una sola cappella a due dei: sarebbe stato infatti il caso che, se fosse accaduto in quella qualche prodigio, non si sarebbe distinto a quale dei due si sarebbe dovuto fare la cerimonia religiosa, né era costume si sacrificasse contemporaneamente ai due se non a dei precisati.

Da quell’avvertimento dei pontefici risultò che Marcello fece collocare le statue del dio Onore e della dea Virtù in tempietti separati, né sia il prestigio dell’autorevolissimo uomo impedì al collegio dei pontefici o l’aumento della spesa a Marcello che non si rispettasse il suo corso ininterrotto e la sua osservanza ai riti religiosi.

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-08-10 09:02:27