IL DELFINO - Le ragioni del latino versione latino Plinio il Vecchio

IL DELFINO
versione latino Plinio il vecchio traduzione
libro Le ragioni del latino 2 pagina 350 numero 716
Velocissimorum omnium animalium, non solum marinorum, est delphinus, ocior volucre, acrior telo...

Il delfino è il più veloce di tutti gli animali, non solo di quelli marini. Più rapido di un uccello, più violento di un dardo e, se non avesse la bocca molto al di sotto del muso, quasi in mezzo al ventre, nessun pesce sfuggirebbe alla sua rapidità. Ma la previdenza della natura apporta una forma di rallentamento, poiché essi non riescono ad afferrare la preda se non stando rovesciati sul dorso e dopo aver fatto una giravolta: ed è ciò che soprattutto mette in evidenza la loro velocità. Infatti quando, spinti dalla fame, inseguono un pesce che fugge fin nelle profondità marine, e trattengono troppo a lungo il respiro, come scoccati da un arco si slanciano per respirare verso la superficie e saltano fuori dall'acqua con tanta forza che di frequente sorvolano le vele delle navi. Di solito viaggiano a coppie, generano i piccoli al decimo mese di gravidanza, durante l'estate, talvolta anche due piccoli per parto. Li nutrono per mezzo di mammelle, come la balena; e d anche trasportano i piccoli ancora troppo deboli per il fatto di essere nati da poco; ed anzi li accompagnano per lungo tempo, anche quando sono cresciuti per effetto di un grande amore che nutrono per i loro figli.

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-11-12 14:07:01