Raffinatezza e grossolanità - Le ragioni del latino

Raffinatezza e grossolanità Velleio Patercolo

Nello stesso tempo in cui P. Cornelio Scipione Emiliano distrusse Cartagine L.

Mummio rase al suolo Corinto. Ad entrambi i condottieri fu tributato il soprannome del popolo sconfitto, l'uno fu detto "l'Africano", l'altro "l'Acaico". I due condottieri ebbero indoli diverse, e diversi interessi: Scipione fu un cultore ed un il ammiratore tanto raffinato degli studi liberali da tenere accanto a li sé in pace ed in guerra, Polibio e Panezio, uomini di non comune il intelletto.

Coltivò sempre le arti il della guerra o della pace; il sempre impegnato a i combattere o a studiare, temprò sia il corpo nei pericoli, sia l'intelletto nelle elucubrazioni Mummio invece fu a tal punto poco raffinato che, espugnata Corinto, avendo ordinato che li fossero portati in Italia quadri e statue, opere delle mani di sommi artefici ingiunse agli appaltatori che, qualora essi le avessero smarrite, li il avrebbero sostituite con delle nuove.

Eodem tempore quo P. Cornelius Scipio Aemilianus delevit L.

Mummius funditus eruit Corinthum. Uterque imperator, devictae a se gentis nomine honoratus, alter Africanus, alter Achaicus appellatus est. Diversi mores imperatoribus fuerunt, diversa fuerunt studia. Scipio fuit tam elegans auctor et admirator omnis liberalis doctrinae ut Polybium et Panaetium, praecellentes ingenio viros, domi militiaeque secum habuerit Semper aut belli aut pacis artibus serviit;

semper inter arma et studia versatus, aut corpus periculis aut animum disciplinis exercuit.

Mummius contra tam rudis fuit ut, capta Corintho, cum in Italiam portari iuberet maximorum artificum perfectas manibus tabulas ac statuas, conducentibus praedixit, si eas perdidissent, novas eos reddituros esse

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-11-12 14:07:09