Al lupo! Al lupo! (versione latino)

Numquam fidem mendaci homini tribuere debemus: id fabella docet …

Non dobbiamo mai prestare fiducia ad un uomo bugiardo: la favola insegna ciò.

Un certo fanciullo, guardiano di pecore, che ogni giorno, all’alba, spingeva il suo gregge al pascolo, una volta, mentre pascolava le pecore, poiché era annoiato, iniziò per scherzo a gridare a voce alta: Portatemi aiuto, voi che mi sentite! Si avvicinano dei lupi famelici che divoreranno le mie pecore. I pastori vicini accorsero immediatamente con bastoni e pugnali, ma non trovarono alcun lupo. Allora il fanciullo disse: Vi ringrazio perché siete venuti velocemente in mio soccorso, ma i lupi, dopo che avevano sentito la mia voce, e si erano accorti del vostro arrivo, sono fuggiti nel bosco.

Dunque ritornate ai vostri lavori. Perciò il fanciullo, allegro perché lo scherzo era riuscito con successo, lo ripeté piuttosto spesso gridando: Al lupo! E, tutte le volte che altri pastori accorrevano, egli accampava nuove scuse.

Alla fine, quando i lupi arrivarono veramente, il fanciullo spaventato chiese nuovamente aiuto agli amici, ma i pastori, la cui fiducia era stata ingannata le altre volte, ora non prestarono fiducia al fanciullo, e non accorsero in suo aiuto. E così i lupi, senza alcun pericolo, catturarono e divorarono un grande numero di pecore.

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-12-16 19:54:18 - flow version _RPTC_H2.3