De Diis marinis (Versione latino)

Multi dii pelagus incolebant, sed inter pelagi deos anti­qui maxime Neptunum colebant....  in Aeoliis insulis habitabat.

Molti dei abitavano il mare, ma tra gli dei del mare gli antichi veneravano soprattutto Mercurio.

Giove divideva il regno del mondo con Nettuno; con il suo dominio proteggeva il cielo e le terre: concedeva a Nettuno il vasto Mare. Lo scettro di Nettuno era triforcuto; il mezzo di trasporto era una grande conchiglia; tiravano il carro i cavalli marini.  Il potentissimo dio infatti divideva il regno con il figlio Oceano e con le ninfe.

Così tu caro Oceano, dominavi sui fiumi e sui torrenti, voi allegre ninfe, abitavate non solo il vasto mare ma anche le colline, i prati e i boschi.

Tra gli dei marini gli antichi annoveravano anche Glauco ed Eolo. Eolo, signore dei venti, abitava nelle isole Eolie.

Sugli dei marini testo latino completo

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-11-12 14:05:06