Una profetessa inascoltata: Cassandra (VERSIONE LITTERA LITTERAE)

Una profetessa inascoltata Cassandra Versione - littera litterae vol 1A pag 249 n. 3 e una profetessa inascoltata LINGUA MAGISTRA
Versione dal libro littera litterae

Cassandrae, Priami filiae, dii divìnationem donaverant. Sed numquam Troiani virginìs vaticinatìonibus fìdem trìbuebant: illa enim Apollinis amorem reìecerat eamque deus ita punivit. Puellà de Troìae pernìcie cives suos monuerat, sed illi in magna vìctoriae spe erant. Cum Graeci notam fraudem paraverunt ligneumque equum in planitie ante urbiis portas reliquerunt, Cassandra fìdem speciei non tribuit veritatemuue exercitus Troiani ducìbus ostendit. Ai Troiani post ìnnumerabilem malorum seriem vìctoriae dìem exspectabant. Noctu autem Graeci urbem expugnaverunt et Cassandram quoque, rerum adversarum vatem, ceperunt

Una profetessa inascoltata
Versione dal libro lingua magistra
Cassandrae, Priami filiae, dii divinationem donaverant, sed Troiani virginis vaticinationes fide privaverunt: Cassandra enim Apollinis amorem recusavit et a deo ...
Versione dal libro littera litterae

Gli dei avevano donato a cassandra, figlia di priamo, l'arte della profezia.

ma mai i troiani davano fiducia alle profezie della fanciulla: lei infatti aveva rifiutato l'amore di apollo e così fu punita dal dio. la ragazza aveva informato i suoi cittadini sulla sorte di troia, ma loro speravano in una grande vittoria.

quando i greci prepararono un noto inganno e lasciarono il cavallo di legno nella pianura davanti alle porte della città, cassandra non diede ficucia all'apparenza e mostrò la verità ai condottieri dell'esercito triano.

ma i troiani, dopo un'innumerevole serie di sventure aspettavano il giorno della vittoria. la notte invece i greci espugnarono la città e presero anke cassandra, profetessa delle avversità.

oppure traduzione di altro utente
(SEMPRE LITTERA LITTERAE

Gli dei avevano dato a Cassandra, figlia di Priamo, la divinazione. Ma i Toiani non attribuivano mai la fede della vergine ai profeti: infatti quella aveva respinto l'amore di Apollo ed ella in tal modo punì il dio. La ragazza aveva ammonito i suoi cittadini dalla distruzione di Troia, ma quelli avevano sperato in una grande vittoria. Con i Greci avevano preparato una nota trappola e lasciarono un cavallo di legno nella pianura davanti le porte della città, Cassandra divise l'onestà all'apparenza e mostrò la verità ai comandanti dell'esercito troiano. Ma i troiani dopo un'innumerabile serie di disgrazie aspettavano il giorno della vittoria. Igreci invece espugnarono la città nella notte e presero anche Cassandra, profetessa delle situazioni sfavorevoli.

Una profetessa inascoltata
Versione dal libro lingua magistra
Cassandrae, Priami filiae, dii divinationem donaverant, sed Troiani virginis vaticinationes fide privaverunt: Cassandra enim Apollinis amorem recusavit et a deo ...
Traduzione DAL LIBRO Lingua Magistra 1, pag. 298, Esercizio 103

A Cassandra, figlia di Priamo, gli dei avevano donato il dono della profezia, ma i Troiani privarono della fiducia i vaticini della vergine: Cassandra infatti aveva rifiutato l’amore di Apollo e fu punita dal dio. La fanciulla ammoniva spesso i suoi concittadini circa il pericolo di Troia, ma i Troiani ormai erano in grande speranza di vittoria. I Greci tuttavia avevano preparato il celebre tranello e dopo dieci anni misero in scena la fine della guerra: poi abbandonarono sulla pianura, davanti alle porte della città, un cavallo di notevole grandezza. Allora però Cassandra non prestò fede all’apparenza e indicò la verità ai comandanti dell’esercito Troiano. Ma i Troiani, dopo una serie infinita di mali, attendevano il giorno della vittoria e negarono fiducia a Cassandra. Di notte invece i Greci espugnarono la città ed anche Cassandra, premunitrice delle avversità, venne catturata.

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-11-12 14:04:50