Vicende di storia romana agli inizi della Repubblica (Versione Eutropio da littera litterae)

Vicende di storia romana agli inizi della Repubblica
Autore: Eutropio
Littera Litterae pag. 167 N° 4

Octavo decimo anno postquam reges eiecti erant expulsus ex urbe Q.

Marcius, dux Romanus, qui Coriolos ceperat, Volscorum civitatem, ad ipsos Volscos contendit iratus et auxilia contra Romanos accepit. Romanos saepe vicit, usque ad quintum miliarium urbis accessit, oppugnaturus etiam patriam suam, legatis qui pacem petebant, repudiatis, nisi ad eum mater Veturia et uxor Volumnia ex urbe venissent, quarum fletu et deprecatione superatus removit exercitum.

Atque hic secundus post Tarquinium fuit, qui dux contra patriam suam esset.

Dicotto anni dopo che i re furono cacciati, allontanato da Roma Q.

Marzio, duce romano, che aveva preso Corioli, città dei Volsci, si recò in fretta dagli stessi Volsci adirato e ricevette aiuti contro i Romani. Vinse spesso i Romani, si avvicinò fino a cinque miglia da Roma, avrebbe anche attaccato la sua patria, dopo aver respinto gli ambasciatori, che chiedevano la pace, se sua madre Veturia e sua moglie Volumnia non fossero venute dalla città, piegato dal pianto e dalla preghiera della quali (quarum), allontanò l'esercito.

E costui fu il secondo dopo Tarquinio che fosse (in italiano meglio "ad essere") commandante contro la sua patria.

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-11-12 14:04:58