Solone e Pisistrato

Athenae patria fuerunt Solonis legislatoris et Pisistrati tyranni...

Atene fu la patria del legislatore Solone e del tiranno Pisistrato.

Solone amministrò la città con assennatezza, diede nuove leggi, appianò con animo sereno i contrasti dei cittadini, praticò la giustizia con acuta intelligenza; e perciò, presso i suoi concittadini, era tenuto in grande rispetto. Nella vecchiaia abbandonò la città e navigò verso l'Egitto e di Cipro: là conobbe i costumi e le abitudini degli abitanti e dopo molti mesi, attraverso le città dell'Asia, ritornò in patria.

Nel frattempo Pisistrato, un uomo ricco ed astuto, desiderava il potere assoluto e chiedeva guardie del corpo. Solone comprese il piano segreto di Pisistrato e più volte avvertì i propri concittadini in questa maniera: Se Pisistrato avrà ottenuto le guardie del corpo, priverà gli Ateniesi della libertà.

Gli Ateniesi, però, non ascoltarono le parole di Solone, e acconsentirono alle richieste di Pisistrato. Così, Pisistrato, con l'inganno, occupò la rocca con l'inganno con i suoi compagni, e impose la tirannide agli Ateniesi.

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-12-16 19:57:24 - flow version _RPTC_H2.3