Cicerone passa in rassegna i benefattori della patria

Sit Scipio clarus ille, cuius audaci consilio atque insigni virtute Hannibal in Africam remeavit atque ...Amemus patriam, defendamus bonos cives, ne praesentes fructus quaeramus, sed posteritatis gloriae serviamus.

TESTO LATINO COMPLETO

Che sia famoso quel famoso Scipione, grazie al cui coraggioso piano e grazie al cui singolare valore Annibale fece ritornò in Africa e andò via dall'talia; che sia celebrato di una straordinaria lode (e pure) l'altro Africano, che distrusse due città pericolose per il nostro impero, Cartagine e Numanzia.

Che sia considerato un uomo straordinario quel famoso Paolo, che celebrò un trionfo in forma solenne;

Perse, un re un tempo estremamente potente ed importante, conferì onore al suo carro; che abbia gloria eterna Mario, che liberò l'Italia per due volte, dopo che era stata schiacciata con l'assedio e con il timore della schiavitù; onoriamo anche i nostri Bruti, Camilli, Fabrizi e gli incalcolabili altri, che consolidarono il nostro Stato.

Ma che sia anteposto a tutti Pompeo, le cui imprese e le cui virtù sono le più notevoli nel globo terrestre. Amiamo la patria, difendiamo i cittadini onesti, e non cerchiamo ricompense immediate, ma aspiriamo alla gloria del futuro.

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-12-16 19:57:24 - flow version _RPTC_H2.3