Sagge risposte degli antichi

Thales interrogatus an facta hominum deos fallerent, ne cogitata quidem …

Dopo che a Talete fu stato chiesto se le azioni degli esseri umani sfuggissero agli dèi, egli rispose: Neppure le cose che vengono pensate dagli esseri umani!

Perciò noi vogliamo avere pulite non solamente le mani, ma anche i pensieri, dal momento che crediamo che la divinità del cielo sia presente ai nostri pensieri nascosti. E nemmeno l'esempio che segue è meno saggio.

Il padre di una figlia unica consultava Temistocle in merito al fatto se darla in sposa a un uomo povero, ma onorato, o ad un ricco poco stimato. A costui egli disse: Preferisco un uomo privo di denaro che del denaro privo di un uomo.

Con questa dichiarazione, egli invitò lo sciocco a scegliere un genero, invece che la ricchezza di un genero. Risulta assennata anche una battuta di Demade: quando gli Ateniesi non volevano riconoscere gli onori divini ad Alessandro, egli disse loro: State attenti a non perdere la Terra mentre custodite il cielo.

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-12-16 19:57:15 - flow version _RPTC_H2.3