Ulisse e Polifemo - Versione Mirum Iter

Postquam Ulixes et comites in Africae litoribus Lothofagos cognoverant et dulcis loti …

Dopo che Ulisse e i compagni avevano conosciuto i Lotofagi, sulle coste dell’Africa, e dopo cheavevano evitato la dannosa piacevolezza del dolce loto, nel giro di breve tempo giunsero all’isola dei Ciclopi.

I Ciclopi erano una razza feroce e incivile: sin dai tempi antichi essi erano stati nelle caverne rocciose presso il mare, sulla costa orientale della Sicilia. Dotati di straordinaria forza del corpo, essi avevano un unico occhio al centro della fronte e conducevano una salutare vita di pastori tra le pecore.

Placavano la fame per mezzo dei pesci o della carne delle pecore, o del formaggio, e la sete per mezzo del latte. Ulisse era entrato nella caverna di Polifemo insieme a pochi compagni, e, supplichevole, aveva chiesto ospitalità al Ciclope, ma Polifemo imprigionò nella grotta gli sventurati uomini, e per giunta ne uccise e ne divorò molti; infatti i Ciclopi disdegnavano tutte le leggi degli dèi e degli uomini.

Ulisse, tuttavia, uomo di acuta astuzia, ingannò Polifemo per mezzo di un trucco particolare: dopo che l’eroe Greco aveva offerto al Ciclope molto vino, durante il sonno privò l’orribile mostro dell’occhio, e in siffatta maniera, finalmente, scappò a precipizio, felice e salvo, dall’infausta caverna.

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-12-16 19:57:03 - flow version _RPTC_H2.3