Un invito a cena ... spiritoso

Mi Fabulle si tibi dii favent apud me bene cenabis paucis diebus …

O mio Fabullo, se gli dèi ti saranno propizi, cenerai bene presso di me, tra pochi giorni.

Ma porta con te una cena buona e abbondante, insieme ad una fanciulla delicata, e al vino, e a tutte le risate.

Bello mio, se porterai simili cose, cenerai bene insieme a me: infatti la tasca del tuo Catullo è piena di ragnatele.

Ma in cambio tu riceverai puro amore, ed io ti darò un unguento che mi ha regalato la mia fanciulla. Quando tu lo annuserai, o Fabullo, pregherai gli dèi che ti facciano tutto naso.

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-12-16 19:57:33 - flow version _RPTC_H2.3