Una famosa impresa di Ercole nel Lazio

Inizio: Hercules Geryoni giganti boves pulchras subripuit, ab Oceano mari per Alpes in Italiam pervenit et in Latio a rege Evandro benigne acceptus est...

TESTO LATINO COMPLETO

Ercole sottrasse al gigante Gerione belle giovenche, giunse in Italia dal mare Oceano attraverso le Alpi e nel Lazio fu accolto benevolmente dal re Evandro.

Si fermò nei pressi del Tevere, dove rifocillò gli animali con del foraggio, poiché le rive del fiume offrivano verdi erbe. Il luogo era abitato dal gigantesco pastore Caco. Caco aveva una corporatura enorme, viveva di furti ed atterriva gli abitanti del posto.

Il gigante di notte entrò di nascosto nella grotta dove Ercole, stanco per il viaggio e per le fatiche, dormiva, e compì il furto degli animali. All'alba Ercole si risvegliò dal sonno e cercò con lo sguardo le sue bestie, ma non vide le sue giovenche e all'improvviso si rese conto del furto.

Ma poiché in quel momento le mucche avevano muggito, venne alla luce il misfatto di Caco. Irato, Ercole, senza indugio, catturò Caco e dopo una breve lotta lo uccise con estrema violenza. Così ottenne grande onore e riprese il cammino con le sue mucche.

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-12-16 19:57:24 - flow version _RPTC_H2.3