Aristofane viene scelto come giudice delle gare poetiche

Vitruvio Nova mente, Juventas, nove discere

Cum reges Attalici magno philologiae studio egregiam bybliothecam Pergami ad communem delectationem instituerant, tunc Ptolomaeus, rex Aegyptiorum, infinito zelo contendit bybliothecam Alexandriae comparare.

Postquam summa diligentia bybliothecam perfecerat, Musis et Apollini ludos dedicavit et scriptoribus victoribus praemia et honores constituit.

Cum ludi aderant, sex iudices litteratos legit et quia septimum idoneum invenire non potuerat, ab iis, qui supra bybliothecam erant, consilium exquisivit.

Tunc ei monstraverunt Aristophanem Byzantium, virum probum et doctum qui summo studio summaque diligentia cotidie multos libros perlegebat.

I re di Attalo avendo per lo studio della filologia una grande passione avevano istituito l'impareggiabile biblioteca di Pergamo per il comune diletto, Tolomeo re degli Egiziani, con infinito zelo provò ad eguagliare la biblioteca di Alessandria.

Dopo che con grande accuratezza aveva terminato la biblioteca, dedicò le celebrazioni alle Muse e ad Apollo e istituì per gli scrittori vincitori dei premi e onori al momento dei giochi sceglie sei giudici letterati e poiché non aveva potuto trovare un settimo idoneo chiese un consiglio da quelli che presiedevano alla biblioteca allora gli mostrarono Aristofane di Bisanzio, uomo probo ed istruito che con molto impegno e grande impegno leggeva ogni giorno molti libri.

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-11-12 14:14:43