Il re e il servo narratore - NOVA MENTE

Singulis noctibus fabulator quidam quinque fabulas regi suo narrabat.

Olim rex, qui propter regni curas somnum non capiebat, iterum alias fabulas quaesivit. Servus, quia quiescere desiderabat, alias sed parvas enarravit. Rex autem, propter insolitam insomniam etiam alias postulabat : ” multas fabulas iam mihi narravisti, sed concisas. Nunc multis verbis fabulam regi tuo narra, tum demum dormies”. Aegre fabulator concessit, et sic incepit.

“Rusticus quidam postquam magnam pecuniam invenerat in foro trans flumen mille oves comparavit. Interim quia magna inundatio fuit, neque per pontem neque per vadum ad villam suam rusticus revertere poterat. Invenit tandem exiguum piscatorum lenunculum, qui quattuor oves tantum traicere valebat.

Itaque quattuor oves in naviculam imposuit atque gregem traicere incepi. t Hic fabulator obdormivit. Tum rex servum excitavit : ”fabulam tuam, nunc, fini!” et servus : ” flumen magnum est, navicula autem minima et grex ovium immensus : ergo dum rsticus suas oves transvehit, nos tranquille dormire possumus.

Un narratore (un favolista = colui che narra favole) ogni notte narrava al suo re 5 favole.

Una volta il re, che non riusciva a prender sonno per le inquietudini del regno, chiese (sott. che il narratore gli raccontasse) ancora altre favole. Il servo, poiché desiderava dormire, (li) narrò (si) altre favole ma brevi. ": "Mi hai già raccontato molte favole, ma brevi. Ora racconta al tuo re una favola di molte parole, poi finalmente dormirai".

Il narratore acconsentì malvolentieri e iniziò così: "Un contadino dopo aver trovato molto danaro, comprò nel foro al di là del fiume mille pecore. Frattanto, poiché ci fu una grande inondazione, il contadino non poteva tornare alla sua villa né attraverso il ponte né attraverso il guado.

Alla fine trovò una piccola imbarcazione di pescatori e iniziò a trasportare il gregge. .". Qui il narratore si addormentò. Allora il re svegliò il servo: "Non hai finito la tua favola!" e il servo: "Il fiume è grande, l'imbarcazione piccola e il gregge di pecore immenso: quindi mentre il contadino trasporta le sue pecore, noi possiamo dormire tranquillamente".

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-11-12 14:14:43