Le donnole e i topi - Versione latino Fedro da vari libri

Questa pagina contine questa versione di vari libri, nova mente, contextere verba e tanti altri libri - Traduzione
versione dal libro NOVA MENTE

Una donnola, debole per colpa degli anni e della vecchiaia, poiche non riusciva ad afferrare dei rapidi topolini, vinceva con l'astuzia la sua incapacità e con l'inganno si procurava il cibo.

infatti con la farina ricopre il suo corpicino e si nasconde in un luogo scuro. il topino vede la farina e la crede cibo: salta e la preda della donnola muore.

un altro stesso topo va in contro alla morte, poi un terzo e molti altri. infine venne un vecchio topo e astuto fuggi alla trappola l'animaletto, da lontano, si accorge della insidia e dice alla donnola: "salve! ti fingi farina, ma certamente non lo sei""la favola insegna che spesso la vera natura sta nascosta, l'aspetto puo ingannare, ma con grande prudenza e grande abilità possiamo distinguere il vero dal falso

Versione dal libro contextere verba P. 339 N 29
inizio: cum mures, mustelarum exercitu victi...
fine: minuta plebs facili praesidiolatet

I topi, vinti dall'esercito delle donnole, (questa storia si trova dipinta anche nelle taverne), fuggono e fanno ressa attorno ai buchi ristretti, tuttavia a stento, rifugiandovisi, sfuggono la morte. I loro capi, che avevano legato sulla testa delle corna, per avere un segno di superiorità durante la battaglia, così che i soldati avessero a seguirli, non riuscirono ad entrare nei buchi e furono presi dai nemici, il vincitore li immolò con avidi denti e li precipitò nella capiente caverna del ventre. Quando un triste evento si abbatte su qualunque popolo, è in pericolo la grandezza dei capi, mentre la piccola plebe si nasconde facilmente

VERSIONE DA ALTRI LIBRI

Era scoppiata la guerra tra i topi e le donnole. I topi che venivano sempre sconfitti, fecero una riunione tutti insieme e conclusero che la causa dei loro insuccessi era la mancanza di un capo. Di conseguenza, dopo aver scelto alcuni di loro, per alzata di mano li nominarono strateghi. Costoro, per distinguersi dagli altri, fabbricarono delle corna e se le applicarono. Ma, quando divampò la battaglia, i topi, sbaragliati in massa, cercarono rifugio nei buchi e, mentre tutti gli altri vi si insinuarono facilmente, i capi non riuscirono a infilarsi per colpa delle corna. E così vennero catturati e divorati. Nello stesso modo la vanagloria è per molti fonte di guai”.

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-11-12 14:14:35