Un biglietto d'auguri - Frontone

Un biglietto d'auguri
Versione latino Frontone traduzione libro
Nuovo Dalla Sintassi al Testo Dalla Epistulae Ad M. Antoniumet invicem di Frontone

Bonum annum, bonam salutem, bonam fortunam peto a dis, die mihi sollemni natali tuo, compotemque me voti fore confido: nam quem sponte dei iuvisse volunt et dignum ope sua iudicant, eum commendo benignitati eorum. Tu cum alia laetabilia, mi magister, in tuo animo festo die agitabis, numerato apud te (eos) qui te valde diligunt: in iis primis hunc discipulum ponito. Vale et perennem multis annis bonam valetudinem, mi magister, obtine laetissimus.

Nel giorno, per me assai importante, del tuo compleanno, chiedo agli dei un buon anno, la buona salute, la buona fortuna, , e mi auguro di essere soddisfatto nei miei desideri: affido infatti alla loro benevolenza colui che gli dei vogliono aiutare di loro spontanea volontà e e che giudicano degno del loro favore.

Tu, maestro mio, quando nel dì di festa prenderai in considerazione nel tuo animo le cose piacevoli, dentro di te passerai in rassegna quanti ti amano intensamente: tra i primi di questi porrai codesto tuo discepolo.

Stammi bene e abbi felicissimo una durevole e buona salute, o maestro, per molti anni

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-11-12 14:08:54