Alcune imprese di Ercole (Versione latino Igino)

Alcune imprese di Ercole
versione latino di Igino e traduzione libro OPTIME

"Achelous fluvius in omnes figuras se immutabat. Hic cum Hercule propter Deianirae coniugium cum pugnaret, in taurum se convertit, cui Hercules cornu detraxit, quod cornu Hesperidibus sive Nymphis donavit, quod deae pomis replerunt et cornu copiae appellarunt.

Neleum Hippocoontis filium cum decem filiis occidit, quoniam is eum purgare sive lustrare noluit tunc, cum Megaram Creontis filiam uxorem suam et filios Therimachum et Ophiten interfecerat.

Eurytum, quod Iolen filiam eius in coniugium petiit et ille eum repudiavit, occidit. Centaurum Nessum, quod Deianiram violare voluit, occidit. Eurytionem centaurum, quod Deianiram Dexameni filiam speratam suam uxorem petiit, occidit. "

Il fiume Acheloo si mutava in tutte le forme. Questo combattendo con Ercole a causa della congiura di Deianira, si trasformò in toro, a cui Ercole strappò il corno, che donò sia alle Esperidi sia alle Ninfe, che le dee colmarono di frutta e denominarono corno della'bbondanza.

Neleo uccise il figlio di Ippoconte con i 10i figli, giacchè questo non volle purificarlo o pulirlo allora quando aveva ucciso Megara, figlia di Creonte e sua moglie e i figli Erimaco e Ofite.

Uccise Eurito, poiche' chiese in moglie sua figlia Iole i e quello rifiutò. Uccise il centauro Nesso, poiche' volle violentare Deianira. Uccise il centauro Euritione poiche' chiese in moglie Deianira figlia diDexameno sua fidanzata.

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-11-12 14:13:23