PUNIZIONE DEI RIBELLI DI SORA - versione Livio OPTIME

PUNIZIONE DEI RIBELLI DI SORA
VERSIONE DI LIVIO E TRADUZIONE
DAL LIBRO OPTIME

Iam Sora capta erat, cum consules prima luce advenere et quos reliquos fortuna ex nocturna caede ac fuga fecerat in deditionem accipiunt.

Ex his ducentos viginti quinque, qui omnium consensu destinabantur et infandae colonorum caedis et defectionis auctores, vinctos Romam deducunt;

ceteram multitudinem incolumem praesidio imposito Sorae relinquunt.

Omnes qui Romam deducti erant virgis in foro caesi ac securi percussi summo gaudio plebis, cuius maxime intererat tutam ubique quae passim in colonias mitteretur multitudinem esse

Sora era giĆ  conquistata, quando all'alba arrivarono i consoli che accettarono la resa di quelli sopravvissuto per fortuna dopo la strage notturna e la fuga.

Tra questi conducono a Roma vinti, duecentoventicinque, quelli che l'opinione pubblica additava come primi autori dell'infausto massacro di coloni e della defezione, Lasciano Il resto della popolazione incolume a Sora, imposto un presidio.

Tutti quelli che erano stati deportati a Roma furono uccisi nel Foro con bastoni e decapitati con la scure con grande gioia della plebe, premeva la sicurezza dei cittadini inviati nelle colonie.

release check: 2020-03-21 08:02:04 - flow version _RPTC_H2.4