Trionfale ritorno di Cicerone dall'esilio

Cum primum Romam veni, fuitque cui recte ad te litteras darem, nihil prius ,... Capitolio miranda multitudo erat. Postridie senatui gratias egimus. (da Cicerone)

Quando sono giunto a Roma, e trovato qualcuno al quale potessi consegnare una lettera per te, la prima cosa che ho ritenuto di dover fare è stata di esprimere a te che eri assente la gratitudine del mio (lett.

nostro) ritorno. Sono partito da Durazzo, il giorno stesso in cui fu presentata la legge che mi riguardava; il giorno seguente sono giunto a Brindisi.

Qui c'era in attesa la mia Tulliola, nello giorno stesso del suo compleanno che per caso coincideva con l'anniversario della fondazione della colonia; venutasi a sapere la cosa, fu celebrata con molta dimostrazione di gioia da una grande folla.

...(continua)

la traduzione continua qui

TESTO LATINO COMPLETO

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-11-12 14:13:23