L'asino, il mulo e i briganti - Sermo et humanitas

Asinus et mulus sarcinis gravati in aspera via una unus ferebat fiscos cum pecunia,... " Hoc fabella docet: magnae divitiae saepe alienam avaritiam excitant et multarum angustiarum causa sunt.

Testo latino completo

Un asino ed un mulo, gravati dai carichi, avanzavano insieme in una strada impervia; uno portava delle ceste con il denaro, l’altro, molti sacchi colmi di orzo.

L’asino procedeva, con il collo agitava un sonaglio e procedeva rapido e spavaldo, il mulo invece procedeva stanco e placido. Improvvisamente i briganti si dirigono verso le bestie, con un pugnale feriscono l’asino, afferrano le ceste con il denaro e tralasciano il mulo e i sacchi pieni di orzo.

Derubato del prezioso carico, lo spavaldo asino piangeva, allora il mite mulo disse: “Io di certo mi rallegro: infatti vengo disprezzato, ma ho ancora i miei sacchi e non sono stato ferito”.

La favoletta insegna questo: le grandi ricchezze spesso suscitano l’avidità degli altri e sono causa di molte preoccupazioni

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-12-16 19:54:55 - flow version _RPTC_H2.3