Anabasi Libro 1 capitolo 5.1 - Senofonte (Traduzione letterale)

ἐντεῦθεν ἐξελαύνει διὰ τῆς Ἀραβίας τὸν Εὐφράτην ποταμὸν ἐν δεξιᾷ ἔχων σταθμοὺς ἐρήμους πέντε παρασάγγας τριάκοντα καὶ πέντε. ἐν τούτῳ δὲ τῷ τόπῳ ἦν μὲν ἡ γῆ πεδίον ἅπαν ὁμαλὲς ὥσπερ θάλαττα, ἀψινθίου δὲ πλῆρες· εἰ δέ τι καὶ ἄλλο ἐνῆν ὕλης ἢ καλάμου, ἅπαντα ἦσαν εὐώδη ὥσπερ ἀρώματα·

Da qui Ciro marcia attraverso l'Arabia, avendo a destra il fiume Eufrate in sole 5 soste per 35 parasanghe.

In questo luogo c'era una distesa tutta piana, come un mare, piena d'assenzio e non c'era (ἐνῆν imperf ἔνειμι) altro se non qualche (τῐς, τῐ gen) cespuglio o (qualche) canna, tutte le cose erano odorose, quasi profumate, non c'era nessun albero.

Traduzione letterale di Anna Maria Di Leo che concede la sua traduzione solo ed esclusivamente al sito skuolasprint. it

Anabasi Libro 1 capitolo 5.2 - Senofonte - QUI

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-05-24 01:06:37 - flow version _RPTC_G1.1