Manovre ingannatrici di Epaminonda prima battaglia Mantinea

Manovre ingannatrici di Epaminonda prima battaglia Mantinea

Dopo che era stato schierato l'esercito come desiderava, non lo guidò contro i nemici per la via più breve, ma andò avanti verso le montagne ad occidente di fronte a Tegea.

Sicchè offrì ai nemici l'impressione che non avrebbe iniziato una battaglia quel(lo stesso) giorno. Ed infatti, quando giunse nei pressi della montagna, e dopo che fu dispiegata la falange fece deporre le armi ai piedi delle alture al punto che si ritenne che lui stesse per accamparsi. Dopo aver effettuato queste operazioni, venne distrutta la preparazione mentale per la battaglia nelle menti della maggior parte dei nemici e anche quella (preparazione) concernente gli schieramenti.

Dopo aver sistemato in una posizione frontale i reparti che avanzavano in colonna rafforzò la formazione ad uncino intorno a se e dopo aver ordinato di riprendere le armi condusse (in avanti) l'esercito e quelli lo seguivano.

Allora i nemici come videro che procedevano diversamente da ciò che (invece) si aspettavano, non riuscirono a mantenere la calma, alcuni correvano verso le schiere, altri si disponevano in posizione di battaglia, altri ancora mettevano il morso ai cavalli, altri indossavano le corazze, (insomma) tutti erano piuttosto simili a gente che avrebbe subìto ancora (una sconfitta) piuttosto che a gente che avrebbe agito (per vincere).

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-05-24 00:48:49 - flow version _RPTC_G1.1