Cesare dopo la battaglia di Farsalo


In eo proelio Cesar non amplius ducentos miltes desideravit ... ... ibique lesbum transvehi iussit, in Aegiptum traiecturus

TESTO LATINO COMPLETO

Nel combattimento Cesare non perdette più di duecento soldati, ma abbandonò circa trenta centurioni, uomini forti.

Fu ucciso anche Crastino, fortissimo combattente, vibratogli un colpo di spada in pieno viso. Ciò che il centurione aveva detto andando in battaglia non fu falso. Infatti, rivolgendosi a cesare, aveva promesso che avrebbe fatto in modo che l’imperatore gli facesse le grazie o vivo o morto.

Tra l'esercito pompeiano si diceva che ne fossero morti circa 15 mila, ma più di 24 mila vennero alla resa. Ma Lucio Domizio, non volendo consegnarsi al comando del suo vincitore, dall’accampamento si rifugiò sul monte;

Lì in verità, essendogli mancate le forze dalla stanchezza, fu ucciso dalla cavalleria di Cesare. Pompeo invece, avendo visto il suo esercito ridotto male, corse verso il mare trasportato dal cavallo. E lì ordinò di essere trasportato a Lesbo, con l’intenzione di passare in Egitto in pochi giorni.

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-01-15 22:20:38 - flow version _RPTC_G1.1