De Germanorum Pacis Conditionibus

Re frumentaria comparata equitibusque delectis iter in ea loca  ....... et polliciti sunt se utiles amicos populo Romano fore si terrae redditae essent

Preparate la scorta di grano, scelti i cavalieri, Cesare iniziò a viaggiare in quei luoghi, nei quali sentiva che c'erano i Germani.

Quando si trovò a pochi giorni di viaggio da loro, giunsero da lui dei legati, che affermarono che i Germani e non avevano dichiarato guerra per primi al popolo Romano né tuttavia avrebbero potuto rifiutare la guerra se assediati, perché questo era l'uso dei Germani tramandato dagli avi: opporsi a chiunque avesse loro mosso guerra.

Dissero anche che erano arrivati malvolentieri, perché erano stati cacciati dalla loro patria. Chiedevano dunque terre nelle quali potessero fermarsi in pace e promisero che sarebbero stati utili amici del popolo Romano se le terre fossero state restituite.

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-09-14 20:40:22 - flow version _RPTC_G1.1