I Romani escono dall'accampamento

Cicero, qui omnes superiores dies praeceptis Caesaris summa diligentia milites in castris continuisset ac ne calonem quidem extra munitiones egredi passus esset, septimo die.

Cicerone, che nei giorni precedenti secondo gli ammonimenti di Cesare aveva trattenuto con elevata attenzione i soldati nell'accampamento, e non tollerò nemmeno che il servo di soldati uscisse fuori dalle fortificazioni, al settimo giorno, ritenendo che Cesare non avrebbe mantenuto la fiducia per il conto dei giorni, dato che aveva ascoltato che costui procedeva più lontano e la notizia di costui non si riferiva ad alcun ritorno, nello stesso tempo incentivato dalle voci di costoro, che definivano quasi un'ossessione la sopportazione di costui, poiché non era consentito uscire dall'accampamento, non attendendo alcun caso di tal genere, poste davanti nove legioni e la grandissima cavalleria, dispersi e quasi distrutti i nemici per potersi urtare nel raggio di tre miglia, inviò cinque coorti nei campi più vicini, tra questi e l'accampamento era interposto soltanto un colle.

Parecchi malati delle legioni furono lasciati nell'accampamento; tra questi coloro che erano convalescenti in quest'intervallo di giorni, all'incirca trecento furono fatti passare insieme sotto il vessillo; inoltre una gran moltitudine di servi di soldati, una gran quantità di bestie da soma che era accovacciata nell'accampamento, concretizzatasi la possibilità venne dietro. (By Maria D.)

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-10-02 20:59:59 - flow version _RPTC_G1.1