L'incipit- Versione di latino di Cesare

L'incipit - Versione di latino di Cesare

Gallia est omnis divisa in partes tres, quarum unam incolunt Belgae, aliam Aquitani, tertiam qui ipsorum lingua Celtae, nostra Galli appellantur....

Tutta la Gallia è divisa in tre parti delle quali una la abitano i Belgi, un'altra parte gli Aquitani, coloro che sono chiamati Celti nella loro lingua, Galli nella nostra.

Tutti questi si differenziano tra loro per la lingua, le istituzioni, le leggi. Il fiume Garonna separa i Galli dagli Aquitani, la Marma e la Senna dai Belgi. I più forti di questi sono i Belgi, per il fatto che più degli altri sono allontanati dalla raffinata cultura della provincia e i mercanti vanno da loro molto raramente e introducono quelle cose che servono a rendere stanchi gli animali e stanno vicinissimi ai Germani con i quali fanno continuamente guerra.

Per questo motivo anche gli Elvezi precedono in virtù i rimanenti Galli, poiché contro i Germani combattono battaglie quasi quotidiane, quando o li allontanano dal proprio territorio o essi stessi portano guerra nel loro territorio. Di questi una parte, che si è detto occupano i Galli, comincia dal fiume Rodano, è dominata dal fiume Garonna, dall'Oceano e dal territorio dei Belgi, inoltre dei Sequani e degli Elvezi tocca il fiume Reno e volge a Settentrione.

(I territori) dei Belgi cominciano dagli estremi confini della Gallia fino alla parte inferiore del fiume Reno, guardano a Nord e ad Oriente. L'Aquitania si estende dal fiume Garonna fino ai Pirenei e quella parte dell'Oceano che è davanti alla Spagna, guarda tra Occidente e Settentrione.

Copyright © 2007-2024 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2024 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2024-01-13 14:28:32 - flow version _RPTC_G1.2