La cavalleria germanica vince quella dei Galli - LATINO IN LABORATORIO versione latino

LAT LATino in LABoratorio. pagina 154 numero 101

Opere (= le opere eli fortificazione) instituto, fit equestre proelium in ea planitie.

Iniziate le opere di fortificazione si verifica un combattimento equestre in quella pianura che, come abbiamo dimostrato sopra, si estendeva in lunghezza tra i colli per tre miglia.

Si combatté con grandissimo vigore da entrambe le parti. Trovandosi i nostri in difficoltà, Cesare invia in aiuto i Germani e dispone davanti all'accampamento le legioni, perché non si verifichi all'improvviso qualche attacco da parte della fanteria dei nemici. Aggiunto il presidio delle legioni, nei nostri aumenta il coraggio: i nemici, messi in fuga, si trovano impacciati per la loro stessa moltitudine e, rimasti indietro a causa delle porte troppo strette, si accalcano.

I Germani li inseguono più accanitamente fino alle fortificazioni. Si verifica una grande carneficina: un certo numero di nemici, lasciati i cavalli, tentano di attraversare il fossato e di scalare il muro.

Cesare ordina alle legioni che aveva disposto davanti al vallo di avanzare un po'. Non meno sono preoccupati i Galli che si trovavano all'interno delle fortificazioni: pensando ad un attacco imminente, gridano all'armi; alcuni, terrorizzati, irrompono nella cittadella. Vercingetorige ordina di chiudere le porte, affinché l'accampamento non sia sguarnito. Uccisi molti nemici e catturati parecchi cavalli, i Germani rientrano alla base.

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-01-15 22:19:12 - flow version _RPTC_G1.1