La resa degli Elvezi - Cotidie legere versione latino Cesare

La resa degli Elvezi versione latino Cesare traduzione libro Cotidie legere con analisi grammaticale
Clicca qui per la traduzione dal libro littera litterae

Helvetii, omnium rerum inopia adducti, legatos de deditione ad eum miserunt.

Traduzione

Gli Elvezi erano pressati dalla carenza di mezzi, mandarono dunque a Cesare degli ambasciatori per la resa.

Quelli andarono in viaggio incontro al comandante dei romani e si buttarono ai suoi piedi e piangevano in modo supplichevole e domandavano la pace: Cesare comandò che quelli attendessero lì il suo arrivo e quelli obbedirono. Appena arrivato domandò la consegna degli ostaggi, delle armi e degli schiavi fuggiti.

Mentre gli Elvezi stavano ancora provvedendo alla ricerca e alla raccolta, scese la notte, nelle prime ore della quale circa seimila uomini della tribù dei Verbigeni lasciarono l'accampamento degli Elvezi e si diressero verso il Reno e i territori dei Germani: forse temevano di essere uccisi, una volta consegnate le armi, oppure speravano di salvarsi, pensando che in mezzo a tanta gente che si era arresa la loro fuga potesse rimanere nascosta o passare del tutto inosservata.

Analisi grammaticale della versione a cura del nostro tuto

Helvetii, // omnium rerum inopia adducti ( = partic.

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-01-15 22:18:54 - flow version _RPTC_G1.1