Operazione tattiche- Versione latino di Cesare da In pratica e in teoria

Operazione tattiche
Versione di latino di Cesare
LIBRO In pratica e in teoria
Testo latino

Cum tridui viam processisset, nuntiatum est ei Ariovistum cum suis omnibus copiis ad occupandum Vesontionem, quod est oppidum maximum Sequanorum, contendere [triduique viam a suis finibus processisse].

Traduzione

imgscrambler}Dopo 3 giorni di marcia venne annunziato a quello che ariovisto con le sue truppe al completo si affrettava e che stava avanzando dai suoi confini da 3 giorni per occupare vesanzio che è la città più grande dei sequani.

Cesare riteneva vivamente che per lui fosse necessario impedire che ciò accadesse. E infatti in quella città si trovava grande abbondanza di tutto ciò che era usato per la guerra, questa città era tanto protetta dalla natura del luogo che consentiva una grande possibilità di condurre guerra, poiché il fiume doubs come se il suo corso fosse tracciato con il compasso, circonda quasi tutta la città, lo spazio restante, che non è più di 1600 piedi, dove il fiume non scorre, lo occupa un monte molto elevato, al punto che le pendici di questo monte toccano le rive del fiume da ambo le parti.

Un muro posto attorno al monte lo rende una fortezza e si congiunge ala città. Cesare si diresse in questo luogo a marce forzate e, occupata la città, lì vi pose un presidio. {/imgscramble

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-10-17 22:31:59 - flow version _RPTC_G1.1