Provvedimenti di Cesare contro gli ufficiali indegni (Versione di latino Cesare)

Autore: Cesare

"Maxime vellem" inquit Caesar «homines suae petulantiae nimiaeque libertatis finem fecissent.

Sed, quoniam ipsi sibi neque modum neque terminum constituunt, egomet ipse exempluin constituam ut ceteri dissimiliter se gerant. Quare, Cai Aviene, quod in Italia milites populi Romani contra rem publicam instigasti rapinasque per municipia fecisti, quodque mihi reique publicae inutilis fuisti et prò militibus tuam familiam iumentaque in naves imposuisti tuaque opera nunc militibus tempore necessario exercitus caret, ob has res ignominiae causa ab exercitu meo tè removeo hodieque ex Africa avesse et quam primum proficisci iubeo. Itemque tè. Aule Fontei, quia tribunus militum seditiosus malusque civis fuisti, tè ab exercitu meo dimitto. Tite Saliene et Marce Tiro, cum ordines in exercitu meo beneficiis non virtute consecuti sitis, indignos vos esse arbitror exercitu meo et vos ex Africa decedere iubeo».
Cesare disse: «Mi sarebbe stato assai gradito che si fosse messa una buona volta fine alla insolenza e alla licenza sfrenata.

Ma poiché da soli non sanno imporsi né un freno né una misura, provvederò di persona a dare un esempio secondo il regolamento, in modo che gli altri si comportino diversamente. C. Avieno, poiché in Italia hai istigato contro lo stato i soldati del popolo romano e ti sei reso colpevole di malversazioni nei municipi, e poiché sei stato di danno a me e allo stato, e hai imbarcato sulle navi i tuoi schiavi e le tue bestie da trasporto invece dei soldati, e per causa tua al momento necessario lo stato si è trovato a corto di i uomini, per queste ragioni ti radio con ignominia dal mio esercito e ordino che oggi abbandoni l'Africa e te ne vada quanto più lontano possibile.

Ugualmente te, Aulo Fonteio, poiché sei stato un tribuno militare insubordinato e un cattivo cittadino, ti congedo dall'esercito. Tito Salieno, M. Tirone, che avete ricevuto i gradi nel mio esercito per raccomandazione e non per merito, vi ritengo indegni di rivestire un comando nel mio esercito e ordino che ve ne andiate dall’Africa.

Copyright © 2007-2024 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2024 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2024-01-13 14:28:12 - flow version _RPTC_G1.2