Usanze religiose dei Galli

Cesare Lingua Communis

Natio omnis Gallorum admŏdum dedita religionibus est; atque ob eam causam, ... Sed cum eius generis copia defecit etiam ad innocentium supplicia descendunt

Quasi tutta la nazione dei Galli è alquanto dedita alle pratiche religiose; e per questo motivo, coloro che sono affetti da malattie piuttosto gravi o si trovano in combattimenti e pericoli, o sacrificano uomini come vittime o fanno voto che ne immoleranno e si servono dei Druidi come esecutori per quei sacrifici, poiché ritengono che se non si offre la vita di un uomo al posto di un [altro] uomo, non possa essere placato altrimenti il nume degli dei immortali, e per il bene della comunità hanno stabilito sacrifici di questo stesso genere.

Altri hanno statue di enorme grandezza, delle quali riempiono le membra, intrecciate di vimini, con uomini vivi;

accese le quali, circondati dal fuoco, gli uomini muoiono. Ritengono che siano alquanto graditi agli dei immortali i sacrifìci di coloro che vengono sorpresi in furto, rapina, o qualche altro delitto. Ma quando manca la disponibilità di questo genere, si abbassano anche ai sacrifici di innocenti.

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-01-21 09:24:14 - flow version _RPTC_G1.1