Bruto è liberato dall'assedio

Ad D. Brutum liberandum legati missi principes civitatis qui illi hosti ac parricidae denuntiarent ut a Mutina discederet;

Per liberare Bruto come ambasciatori furono inviati i più insigni della città che ordinassero a quel nemico e parricida di ritirarsi da Modena;

e per salvare (conservandi gratia) lo stesso D. Bruto fu sorteggiato per la guerra, il console A. Irzio. (A. Hirtius, cuius imbecillitatem valetudinis animi virtus et spes victoriae confirmavit sul vocabolario: =) Aulo Irzio, alla cui salute malferma hanno ridato forza la forza d'animo e la speranza della vittoria.

Cesare, con l'esercito preparato per se stesso (per sua iniziativa) partì, per liberare lo stesso Bruto e per amore della patria superò qualche risentimento personale. A cosa altro mirò Caio Pansa col raccogliere gente, con l'ammassare denaro, con l'emanare i più severi provvedimenti del senato contro Antonio, con l'esortare noi e con il chiamare il popolo Romano a difendere la causa della libertà, se non a liberare D.

Bruto? E' a questo che il popolo romano in folla richiese ad una voce la liberazione di D. Bruto, al punto che la antepose non solo ai suoi piaceri, ma perfino alle necessità della sua sussistenza.

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-01-15 23:03:35 - flow version _RPTC_G1.1