Che bella campagna - Cicerone versione latino

Che bella campagna versione latino Cicerone

Num igitur horum senectus miserabilis fuit, qui se agri cultione oblectabant?

Fu forse triste la vecchiaia di costoro, che si dilettavano di agricoltura ? Almeno a parer mio, non so se nessuna può essere più felice, non solo per la (sua) funzione, poiché la coltivazione dei campi è salutare per tutto il genere umano, ma anche per il piacere e l'abbondanza di tutti i prodotti, che riguardano il nutrimento umano e il culto degli dèi.

La cantina, la dispensa dell'olio e quella dei viveri di un buono e attento padrone sono sempre piene e l'intera fattoria è ricca, abbonda di maiali, di capretti, di agnelli, di gallinee, di latte, formaggio e miele.

Che cosa dovrei dire di più del verdeggiare dei prati, dei filari di alberi e della qualità di vigneti e oliveti ? Taglierò corto : nulla può essere né più vantaggiosamente produttivo né più elegante alla vista di un campo ben coltivato.

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-05-23 23:54:43 - flow version _RPTC_G1.1