Che cosa è l'anima - Cicerone versione latino e traduzione

Che cosa è l'anima versione latino Cicerone

quid sit animus, aut ubi, aut unde, magna dissensio est.

Quanto alla natura dell'anima, alla sua sede e alla sua origine, esiste un gran divario di opinioni.

Per alcuni l'anima si identifica con il cuore. Secondo Empedocle l'anima è il sangue che affluisce al cuore; altri hanno visto in una parte determinata del cervello l'elemento essenziale dell'anima; altri, senza identificare quest'ultima né col cuore né con una parte del cervello, hanno indicato chi il cuore, chi iF cervello solo come suo luogo di residenza. C'è poi chi ritiene che l'anima è soffio, come in genere i Romani (e lo prova il termine: si dice agere, efflare animam™ animosus>

bene animatus^ e ex animi sententia\ lo stesso vocabolo animus deriva da anima). Per lo stoico Zenone l'anima si identifica col fuoco. io Ma queste che ho finito adesso di elencare (cuore, cervello, soffio, fuoco) sono le teorie più comuni: ora passiamo a vedere quelle che appartengono in genere ai pensatori isolati. Una teoria diffusa nell'antichità, e ripresa recenemente da Aristosseno che oltre che filosofo era cnche musico, fa dell'anima una specie di tensione del corpo stesso come nel campo e negli strumenti a corda si ha quella che viene chiamata armonia così secondo la natura e l'organizzazione del corpo nel suo complesso si avrebbero delle diverse vibrazioni analoghe ai toni della musica.

Senocrate sostenne che l'anima non ha ne forma ne materialità, ma va identiicata col numero e al numero attribuiva, come già prima di lui Pitagora una importanza essenziale nella natura.

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-05-23 23:54:43 - flow version _RPTC_G1.1