Cicerone Pro Archia 6 (Traduzione letterale)

Erat temporibus illis iucundus Metello illi Numidico et eius Pio filio;

In quei tempi era gradito al Metello Numidico e a suo figlio Pio: era ascoltato da Marco Emilio; viveva con Quinto Catulo e il padre e il figlio, da Lucio Crasso era onorato, in verità tenendo i Luculli e Druso e gli Ottavi e Catone e tutta la legata famiglia degli Ortensi per la consuetudine, era ornato di grande onore, poiché non solo lo onoravano quelli che erano interessati a apprendere e sentire qualche cosa, ma anche se quelli che per caso lo simulavano.

Nel mentre per un tempo abbastanza lungo, essendo partito con Marco Lucullo in Sicilia, ed essendo andato via da questa provincia con lo stesso Lucullo, giunse ad Eraclea: la quale godendo pienissima parità di diritti (dal dizionario) ed essendo alleata, volle iscriversi in questa città, e questa cosa, essendo questo reputato degno per sé, dunque ottenne dagli abitanti di Eraclea per l'autorità e il potere di Lucullo.

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-01-15 23:03:53 - flow version _RPTC_G1.1