La vera amicizia racchiude in sé moltissimi beni

Quid dulcius quam habere quicum omnia audeas sic loqui ut tecum?

Cosa c'è di più dolce del disporre di qualcuno col quale poter parlare così come con sé stessi?

Quale frutto tanto grande ci sarebbe nella prosperità, se non avessi chi se ne compiacesse al tuo stesso modo?Sarebbe certamente difficile sopportare le avversità senza una persona che le sopporti con maggior partecipazione di te. Infine le restanti cose, che si desiderano, sono opportune ciascuna per cose quasi singole, le ricchezze, perché le utilizzi, gli averi, perché tu sia riverito, gli onori, perché tu sia lodato, i piaceri, perché tu ne goda, la buona salute, perché tu sia privo del dolore, e perchè disponga delle forze del corpo.

L'amicizia racchiude in sé molte cose; dovunque ti rivolgi, è a portata di mano; non è allontanata da alcun luogo, non è mai inopportuna, non è mai fastidiosa; pertanto, non con dell'acqua, non del fuoco, come dicono, ci serviamo in parecchie occasioni quanto dell'amicizia. Ed io ora non parlo dell'amicizia volgare e mediocre, che tuttavia essa stessa sia diletta sia procura utilità, ma all'amicizia vera e perfetta, come quella che è chiamata da pochi.

Infatti L'amicizia rende più splendide le circostanze favorevoli, è più lievi le circostanze avverse. condividendole e partecipandovi. L'amicizia, dunque, comporta moltissimi e grandissimi vantaggi, ma ne presenta uno nettamente superiore agli altri: alimenta buone speranze che rischiarano il futuro e non permette all'animo di deprimersi e di abbattersi.

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-05-24 00:01:58 - flow version _RPTC_G1.1