Meraviglie del mondo degli animali - EXPEDITE e PRIMUS LIBER Versione latino Cicerone

Meraviglie del mondo degli animali
Versione latino Cicerone traduzione
dal libro EXPEDITE e dal libro PRIMUS LIBER
Versione dal libro Expedite

Est etiam admiratio nonnulla in bestiis aquatilibus is, quae gignuntur in terra;

Versione dal libro PRIMUS LIBER
Est nonnulla admiratio etiam in iis bestiis quatilibus quae gignuntur in terra velut crocodili fluviatilesque testudines, quaedam serpentes...
Versione dal libro Expedite

Costituiscono per noi motivo di meraviglia anche quegli animali che pur vivendo nell'acqua risultano nati sulla terra ferma.

Voglio qui riferirmi ai coccodrilli, alle tartarughe fluviali e a taluni serpenti nati fuor d'acqua che, non appena possono reggersi, cercano il liquido elemento. E non basta. Spesso facciamo covare alle galline uova di anatre e non appena le uova si schiudono sono le galline, che le hanno covate e fatte maturare, a prendersi cura dell'allevamento dei piccoli; in seguito però questi le abbandonano e si sottraggono alle loro cure non appena è dato ad essi di vedere la loro naturale dimora: l'acqua. Tanta e la forza dell'istinto di conservazione instillato negli animali dalla natura. Ho anche letto di un uccello, detto platalea, che si procurerebbe il cibo facendo impeto contro quei volatili che sono soliti tuffarsi in mare; la sua tattica sarebbe quella di attendere che uno di questi uccelli riemerga dai flutti con un pesce nel becco per costringerlo, a furia di beccate sul capo, a lasciare a lui la preda.

Del, medesimo si racconta anche che inghiottirebbe conchiglie intere e le rivomiterebbe al momento della digestione trattenendo così le parti mangiabili. Delle rane marine si narra che, ricoperte di sabbia, si muovono a fior d'acqua per attirare i pesci a guis a di esca e per subito ucciderli al loro accostarsi e cibarsene. V'è una sorta di naturale ostilità fra il nibbio ed il corvo sì che, non appena l'uno trova le uova dell'altro subito le distrugge. E come non restare strabiliati di fronte a quanto Aristotele, autore di gran parte di consimili osservazioni fa notare a proposito delle gru?

Questi animali, quando attraversano ì mari alla ricerca di luoghi più caldi, si dispongono a forma di triangolo. Il vertice anteriore ha la funzione di aprire il cammino fendendo l'aria che si oppone al volo, mentre le gru disposte sui due lati, battendo le ali a guisa di remi, sollevano sempre più in alto lo stormo! La base del triangolo, infine, che le gru stesse disegnano nell'aria, riceve a sua volta una spinta dai venti spiranti, per così dire, da poppa. Le gru di quest'ultimo gruppo appoggiano il collo ed il capo sul dorso di quelle che volano innanzi a loro, e poiché quella che guida lo stormo non può fruire di questo vantaggio in quanto non ha nulla su cui appoggiarsi, si volge verso le posizioni arretrate per riposarsi ed è subito sostituita da una delle gru che hanno già fruito del riposo; e così via per tutto il corso del viaggio.

Versione dal libro PRIMUS LIBER
Est nonnulla admiratio etiam in iis bestiis quatilibus quae gignuntur in terra velut crocodili fluviatilesque testudines, quaedam serpentes...

Vi è anche una qualche meraviglia per quegli animali acquatici che vengono generati sulla terra ferma, come i coccodrilli, le tartarughe fluviali e a taluni serpenti nati fuor d'acqua. Tutti questi non appena possono reggersi, cercano l'acqua. Spesso facciamo covare alle galline uova di anatre; non appena nati i pulcini da quelle uova, dapprima vengono cresciuti, come da madri, da queste da cui sono stati covati. In seguito però questi le abbandonano non appena hanno potuto vedere l'acqua, per così dire la loro naturale dimora: tanta la forza di istinto di conservazione la natura ha instillato. Ho anche letto di un uccello che si procurerebbe il cibo volando contro quei volatili che sono soliti tuffarsi in mare. Quando questi uccelli riemergono ed hanno preso un pesce, colpiscono a beccate il loro capolino a che quelli lasciano preda, di cui essi stessi si impadroniscono.

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-09-14 21:31:20 - flow version _RPTC_G1.1