Scelleratezze del giovane catilina - Versione latino Cicerone

Iam primum adulescens Catilina multa nefanda stupra fecerat ...

Fin da giovane, Catilina aveva avuto relazioni nefande: con una fanciulla di nobile famiglia, con una vestale ed altre simili, contrarie alla morale ed alla legge.

Dicono che, innamoratosi di una certa Aurelia, di cui tutti lodavano la straordinaria bellezza, poiché ella esitava a sposarlo, opponendosi il figlio di primo letto, Catilina lo fece uccidere, affinché gli fosse possibile sposare Aurelia.

Sembra che quel primo delitto lo abbia spinto anche in seguito al crimine: il suo animo scellerato, nemico degli dei e degli uomini, non trovava più riposo né nel sonno né nella veglia, a tal punto i rimorsi lo tormentavano.

Pallido in volto, lo sguardo torvo, il passo ora affrettato ora lento, tutto nel suo aspetto rivelava la perversità del cuore.

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-05-24 00:01:23 - flow version _RPTC_G1.1