Sofocle dimostra ai giudici la sua sanità di mente

Mantent ingenia senibus, ut videtur, modo permeneant  studium et industria, neque ea solum in claris et honoratis viris, sed etiam in vita privata et queta.

Le capacità intellettive persistono negli anziani, come si evince (sembra), purché permangano lo studio e l'operosità, e queste non soltanto negli uomini famosi ed onorati, ma anche nella vita privata e tranquilla.

Si tramanda che Sofocle compose tragedie in tarda vecchiaia; per questo zelo visto che sembrava che preferisse i carmi e trascurasse il patrimonio familiare fu convocato in giudizio dai figli in modo tale che, in quel modo in cui anche nella città di Roma quando i padri amministrano male i beni s'interdice dal patrimonio familiare, così i giudici Ateniesi reputarono che costui fosse un insensato e lo esclusero dal patrimonio familiare.

Allora l'anziano recitò ai giudici la favola, che aveva tra le mani e aveva scritto molto recentemente, e quella che s'intitola "Edipo a Colono" e poi chiese a costoro: "vi sembra forse che questo componimento poetico sia stato scritto da un pazzo?" Dopo che fu recitato questo carme, ai giudici sembrò opportuno sciogliere Sofocle dal crimine. (by Maria D.)

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-01-21 10:09:53 - flow version _RPTC_G1.1