Altre imprese di Agesilao (VERSIONE latino Nepote)

Altre imprese di Agesilao Autore: Cornelio Nepote

Hic cum iam animo habebat discendere in Persas, ab ephoris Agesilao nuntius missus est, quoniam bellum Athenienses et Boeotii indixerant Lacedaemoniis....

Questo quando aveva in mente (letteralmente: in animo) di partire contro i Persiani, ad Agesilao fu inviato dagli efori un messaggio, perché sia gli Ateniesi che i Beoti avevano dichiarato guerra agli Spartani.

Agesilao aveva grande fiducia sulla riuscita della guerra, poiché comandava truppe valorose e valide, ma dimostrò una grande modestia e ubbidì a comando degli efori.

Agesilao antepose ad un ricchissimo regno la buona fama e obbedì alle istituzioni della patria. Dopo che trasportò le truppe attraverso l'Ellesponto, gli Ateniesi e i Beoti e altri loro alleati lo bloccarono presso Coronea, Agesilao vinse con un aspro combattimento tutte le truppe degli Ateniesi e dei Beoti.

Molti fuggiaschi si rifugiarono nel tempio di Minerva, tuttavia Agesilao frenò la sua ira e li salvò, poiché non solo in Grecia i templi degli dei sono sacri, ma conservò anche con animo pio le statue e gli altari presso i barbari.

Copyright © 2007-2024 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2024 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2024-01-13 14:29:14 - flow version _RPTC_G1.2