Attico e il culto letterario dei maiores - Cornelio Nepote Versione latino laboratorio

Attico e il culto letterario dei maiores
Versione di latino di Cornelio nepote
LIBRO LATINO LABORATORIO 1
Testo latino

Atticus moris maiorum summus imitator fuit antiquitatisque amator, quam adeo diligenter habuit cognitam ut eam totam in eo volumine exposuerit. .. . quibusque temproibus cepisset.

TRADUZIONE

Attico fu un grandissimo seguace del costume degli antenati e un amatore dell'antichità, che studiò con tale cura, da averla esposta interamente ( totam ) in quell'opera, con cui regolò le magistrature.

Non c'è infatti nessuna legge, né pace, né guerra né gloriosa azione del popolo Romano, che non sia stata annotata in essa e, cosa che fu assai ardua, vi inserì anche la genealogia delle famiglie, perché possiamo conoscere da essa le discendenze degli uomini illustri.

Fece questa stessa cosa separatamente in altri libri, al punto che, su richiesta di M. Bruto, passò in rassegna in ordine cronologico la famiglia Giunia dal capostipite alla nostra età, annotando da chi fosse nato, quali onori avesse ricevuto e in quali tempi.

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-09-11 06:38:45