Cimone vincitore

Carthago, Romano nomint aemula, a muliere condita est.

Nam Sidonia Dido, cuius maritus Sychaeus a Pygmalione fratre interfectus erat, cum patriam deseruisset, cum Anna sorore nonnullisque fugae comitibus, in Africam pervenisset, ibique cum ab Iarba rege tantum soli impetravisset ut bovis corium sole siccaret, in subtilia lora corium divisit iisque satis territorii cinxit ut acrem quam Byrsam appellavit, exstrueret.

Non distante Iarba, qui in Didonis amorem inciderat, nova urbs Carthago aedificata est splendidisque templis aedibusque ornata est.

Dum nova moenia crescunt fervetque opus, Aeneas postquam Troia a Graecis capta et diruta est, patria profugus, procella in Africam depulsus est.

Cartagine, rivale della fama di Roma, fu fondata da una donna.

Infatti Didone Sidonia, il cui marito Sicheo era stato ucciso dal fratello Pigmalione, dopo aver abbandonato la patria, essendo giunta in Africa con la sorella e alcuni compagni di fuga e avendo lì ottenuto dal re Giarba tanta terra da poter far seccare una pelle di bue al sole, divise la pelle in sottili strisce e con esse delimitò con esse sufficiente territorio da costruire una rocca che chiamò Birsa.

Non distante da Giarba, che era caduto nell'amore di Didone, la nuova città Cartagine fu edificata e fu ornata con splendidi templi e con abitazioni.

Nascono ancora nuove mura e l'opera è in gran fermento, Enea dopo che Troia fu presa e distrutta dai greci, profugo dalla patria, fu  spinto da una tempesta in Africa.

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-09-11 06:38:37