Corrispondenza di Ottaviano e di Antonio con Attico - LATINA LECTIO - Versione Nepote

Corrispondenza di Ottaviano e di Antonio con Attico Autore Cornelio Nepote traduzione della Versione da Latina Lectio

Octavianus non solum cum ab urbe abesset numquam ad suorum quemquam litteras misit, quin Attico mitteret quid ageret, in primis quid legeret quibusque in locis esset et quamdiu moraturus esset, sed etiam, cum esset in urbe et propter infinitas suas occupationes minus saepe quam vellet Attico frueretur, nullus dies intercessit quo non ad eum scriberet, cum modo aliquid de antiquitate ab eo requireret, modo aliquam quaestionem poeticam ei proponeret, interdum iocans eius verbosiores eliceret epistulas.

Ex quo accidit ut, cum aedis Ivis Feretrii, in Capitolio, ab Romulo constituta, vetustate atque incuria prolaberetur, Attici admonitu Caesar eam reficiendam curaret.

Neque vero a Marco Antonio minus absens litteris colebatur, adeo ut accurate ille ex ultimis terris quid ageret quid curae sibi haberet, certiorem faceret Atticum.

Ottaviano, non solo quando si trovava lontano dalla città, non mandava mai alcuna lettera ai suoi, senza scrivere ad Attico cosa facesse, specialmente cosa leggesse e in quali luoghi si trovasse e per quanto tempo vi si sarebbe fermato, ma anche, quando si trovava in città e a causa dei suoi infiniti impegni godeva della presenza di Attico meno spesso di quanto volesse, non passava nessun giorno in cui non gli scrivesse, poiché ora gli chiedeva qualche informazione sulla storia antica, ora gli proponeva una discussione poetica, talvolta scherzando lo induceva a scrivere lettere più lunghe.

Daciò accadde che, essendo caduto in rovina a causa dalla vecchiaia e della trascuratezza, il tempio di Giove Feretrio, sul Campidoglio, costruito da Romolo, Cesare, dietro suggerimento di Attico, si impegnò nel restaurarlo.

E quando era lontano non riceveva per lettera minori attestazioni di stima da Marco Antonio, a tal punto che quello dalle più lontane regioni rendeva informato dettagliattamente per lettera Attico su cosa facesse e su quali incarichi avesse per se

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-03-29 21:50:14