L'educazione di Epaminonda

L'educazione di Epaminonda versione latino Cornelio Nepote traduzione libro sermo et humanitas

Epaminondas, Polymnii filius, Thebanus. Pauper iam a maioribus relictus, eruditus autem sic ut nemo Thebanus magis....

Epaminonda, figlio di Polinnio, era un Tebano. Lasciato già povero dagli avi, fu tuttavia erudito come di più nessuno dei Tebani.

Gli fu insegnato infatti a suonare la cetra e accompagnato dal suono delle corde a cantare; a suonare con i flauti da Olimpiodoro, a danzare da Callifrone. Ma come precettori di filosofia ebbe Lisia Tarantino, Pitagorico:

al quale fu in tal modo, da adolescente, devoto da anteporre nell'amicizia il triste e serio vecchio a tutti i suoi coetanei; e non se ne distaccò prima di aver tanto superato negli studi i condiscepoli che si poteva facilmente capire come avrebbe superato tutti nelle altre arti. Dopo che diventò efebo e prese a frequentare la palestra si servì non tanto della grandezza della forza fisica quanto della velocità:

stimava infatti che quella appartenesse ai bisogni degli atleti, questa al servizio della guerra. Passava infatti la maggior parte del tempo nell'addestramento alle armi.

Copyright © 2007-2024 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2024 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2024-01-13 14:29:14 - flow version _RPTC_G1.2