Milziade occupa il Chersoneso

Miltiades, Cimonis filius, Atheniensis, et antiquitate generis et gloria maiorum et sua modestia maxime floruit.

Quod iis temporibus Athenienses in Chersonesum colonos mittere cupiebant et multi populi demigrationis societatem petebant, Apollinis oraculum consuluerunt et Miltiadem imperatorem delegerunt. Tum Miltiades cum fortibus hominibus ad Chersonesum contendit et brevi tempore barbarorum copias disiecit, totam regionem occupavit, castellis loca idonea communiit, multitudinem in agris collocavit crebrisque excursionibus locupletavit.

Postquam militum virtute barbari bello superati sunt, aequitate et prudentia Miltiades coloniam constituit atque ibi manere decrevit: habebat enim inter Chersonesi incolas dignitatem regiam, quamquam regis nomine carebat.

Postea pari felicitate ceteras insulas, Cyclades appellatas, sub Atheniensium redegit potestate.

Milziade, figlio di Cimone, ateniese, si distinse moltissimo sia grazie all'antichità della stirpe sia per la gloria degli antenati sia per la sua modestia.

Poiché a quei tempi gli Ateniesi desideravano mandare coloni nel Chersoneso e molti popoli chiedevano l'alleanza dell'espatrio, consultarono l'oracolo di Apollo ed elessero Milziade comandante. Allora Milziade guerregiò con valorosi uomini presso il Chersoneso e in breve tempo distrusse le truppe dei barbari, occupò tutta la regione, fortificò con fortezze luoghi adatti, piazzò molti uomini nelle valli e si arricchì con continui saccheggi.

Dopo che i barbari furono superati in guerra grazie al valore dei soldati, con moderazione e saggezza Milziade fondò una colonia e lì decise di abitare: infatti aveva tra gli abitanti del Chersoneso dignità regale, sebbene gli mancasse il nome di re.

Dopo ridusse sotto il potere degli Ateniesi con uguale successo le restanti isole, chiamate Cicladi.

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-03-29 21:49:44