Milziade occupa il Chersoneso

Miltiades, Cimonis filius, Atheniensis, et antiquitate generis et gloria maiorum et sua modestia maxime floruit.

Milziade, figlio di Cimone, ateniese, si distinse moltissimo sia grazie all'antichità della stirpe sia per la gloria degli antenati sia per la sua modestia.

Poiché a quei tempi gli Ateniesi desideravano mandare coloni nel Chersoneso e molti popoli chiedevano l'alleanza dell'espatrio, consultarono l'oracolo di Apollo ed elessero Milziade comandante. Allora Milziade guerregiò con valorosi uomini presso il Chersoneso e in breve tempo distrusse le truppe dei barbari, occupò tutta la regione, fortificò con fortezze luoghi adatti, piazzò molti uomini nelle valli e si arricchì con continui saccheggi.

Dopo che i barbari furono superati in guerra grazie al valore dei soldati, con moderazione e saggezza Milziade fondò una colonia e lì decise di abitare: infatti aveva tra gli abitanti del Chersoneso dignità regale, sebbene gli mancasse il nome di re. Dopo ridusse sotto il potere degli Ateniesi con uguale successo le restanti isole, chiamate Cicladi.

release check: 2020-12-05 19:04:02 - flow version _RPTC_G1.1