Punizione di un generale

Phoebidas Lacedaemonius, cum exercitum Olynthum duceret iterque per Thebas faceret, arcem oppidi occupavit impulsu paucorum Thebanorum....(versione latino Cornelio Nepote)

Febida Spartano, conducendo l'esercito ad Olinto e facendo un tragitto attraverso Tebe, occupò la rocca della Citt àcon ausilio d pochi fra i tebani.

Tuttavia intraprese l’occupazione con una sua personale decisione e non pubblica gli Spartani allontanarono Febida dall’ esercito e gli diedero una sanzione pecuniaria, ma non restituirono la rocca ai Tebani. Febida si rifigiò ad Atene con molti esuli Tebani capitanati da Pelopida e lì attese il momento aspetto il tempo adatto alla vendetta.

L’ estate seguente, pochi sicari, tra i quali Febida e Pelopida, giunsero a Tebe con un veloce viaggio da Atene con cani da caccia, reti e vesti contadine (infatti volevano fare il viaggio senza destare sospetto).

Come la notte avanzò ed i capi Spartani furono uccisi dai sicari, Pelopida chiamò il popolo alle armi. Allora il popolo, che per molti mesi era rimasto senza libertà accorse da ogni parte, scacciò il presidio degli Spartani dalla rocca e liberò la patria dalla schiavitù

Richiesta nel forum

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-03-29 21:50:23