Il nodo di Gordio - versione latino

Il nodo di Gordio
Versione latino traduzione libro Le ragioni del latino

Alexander, urbe in dicionem suam redacta, Iovis templum intrat.

Vehiculum quo Gordium, Midae patrem, vectum esse constabat, aspexit, cultu haud sane a vilioribus vulgatisque usu abhorrens. Notabile erat iugum adstrictum conpluribus nodis in semetipsos inplicatis et celantibus nexus. Incolis deinde adfirmantibus editam esse oraculo sortem, Asiae potiturum, qui inexplicabile vinculum solvisset, cupido incessit animo sortis eius explendae.

Circa regem erat et Phrygum turba et Macedonum, illa explicatione suspensa, haec sollicita ex temeraria regis fiducia, quippe series vinculorum ita adstricta, ut unde nexus inciperet quove se conderet nec ratione nec visu perspici posset; solvere adgressus iniecerat curam ei ne in omen verteretur irritum inceptum.

Ille nequaquam diu luctatus cum latentibus nodis: "Nihil", inquit, "interest quomodo solvantur", gladioque ruptis omnibus loris oraculi sortem vel elusit vel implevit.

Alessandro ridotta la città in suo potere entra nel tempio di Giove.

Notò il carro sul quale era noto che Gordio il padre di Mida fu trasportato, (carro) che non era affatto diverso per quanto riguarda l'aspetto da quelli più diffusi e per quanto riguarda l'utilizzo da quelli più comuni. Notevole era il gioco serrato da parecchi nodi, intrecciati tra di loro e nodi che nascondevano le connessioni. In seguito poiché gli abitanti affermavano che da parte dell'oracolo era stata divulgata la profezia che si sarebbe impadronito dell'Asia colui che avesse sciolto l'inestricabile groviglio si fece strada nel suo animo il desiderio di esaudire quel vaticinio.

Attorno al re si era fatta una calca sia di Frigi che di Macedoni, gli uni col fiato sospeso, gli altri preoccupati per la temeraria fiducia del loro re: poiché la serie di nodi era così fitta da non lasciar immaginare, né col ragionamento né con la vista, da dove prendesse origine la corda né per dove si sviluppasse, l’impresa di scioglierli aveva ingenerato in lui la preoccupazione che non fosse interpretato come cattivo augurio il tentativo senza successo.

Egli senza aver lottato, (senza essersi affaticato) a lungo con i nodi nascosti disse "Non importa per niente in che modo siano sciolti e spezzati tutti i legami con la spada o eluse aggirò il vaticinio dell'oracolo o lo esaudì.

Analisi grammaticale

ablativi assoluti / principali / relative / infinitive / consecutive / interrogative indirette / causali / completive (verba timendi)

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-09-11 06:51:06