Asdrubale muore nella battaglia del Metauro - Eutropio versione latino Lingua latina

Asdrubale muore nella battaglia del Metauro
Versione di latino di Eutropio
LIBRO Lingua latina

Desperans Hannibal Hispanias contra Scipionem diutius posse retineri, fratrem suum Hasdrubalem ad Italiam cum omnibus copiis evocavit.

Is, veniens eodem itinere, quo etiam Hanniabal venerat, a consulibus Ap. Claudio Nerone et M. Livio Salinatore apud Senam, Piceni civitatem, in insidias compositas incidit. Strenue tamen pugnans occisus est; ingentes eius copiae captae aut interfectae sunt, magnum pondus auri atque argenti Romam relatum est. Post haec Hannibal diffidere iam de belli coepit eventu. Romanis ingens animus accessit; itaque et ipsi evocaverunt ex Hispania P.

Cornelium Scipionem. Is Romam cum ingenti gloria venit.


Annibale disperando a lungo di poter tenere ferma la Spagna contro Scipione, fece venire suo fratello Asdrubale in Italia con tutte le sue truppe. Egli, venendo dalla medesima strada dalla quale era venuto anche Annibale, cadde in un'imboscata preparata dai consoli Ap.

Claudio Nerone e M. Livio Salinatore vicino Sena, città del Piceno. Venne ucciso, ciononostante, combattendo valorosamente; vennero massacrate o rapite le sue ingenti truppe, venne portato a Roma un grande carico di oro e di argento. Dopo ciò Annibale cominciò a diffidare, ormai, riguardo alla riuscita della guerra. Ai romani crebbe il coraggio straordinariamente, e così gli stessi fecero venire dalla Spagna P. Cornelio Scipione. Egli venne a Roma con immensa gloria.

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-01-21 10:15:44 - flow version _RPTC_G1.1